GOOGLE ADS KEYWORDS

Come impostare parole chiave su Google Ads: è ancora necessario saper come fare?

Nonostante i suoi 20 anni di storia, quando agli albori ancora si chiamava Google Adwords,
la piattaforma di Big G, fonda il suo funzionamente ancora sull’inattaccabile principio delle parole chiave. 

Hai una necessità? Devi comprare qualcosa di urgente?
Digiti su Google et voilà, centinaia di siti web pronti a soddisfare le tue richieste.

Anni e anni di ricerche, liste di parole chiave, a coda lunga, a coda lunghissima,
tipi di corrispondenze, generiche, super esatte, bid manuali, un centesimo in più la, un centesimo in meno qua.

Ma oggi giorno, fare questo lavoraccio è ancora così utile e remunerativo?

Sicuramente sì! 

Ma per quanto ancora? Direi non per molto.

Lo stesso Google si sta dirigendo verso nuove forme di targetizzazione, più in linea con i competitors. 

Basti pensare quanto il nostro magnate americano stia spingendo per l’utilizzo di DSA (dynamic search ads)
che in automatico rileva e abbina le chiavi di ricerca degli utenti con i contenuti presenti sul sito web.


O allo stesso modo per le campagne Shopping, dove un’ottimizzazione del feed di prodotto
ha molto più valore che di una ricerca accurata delle medesime parole chiave.

E ovviamente non solo questo!
Campagne Local, dove la posizione la fa da padrona e onestamente,
mi chiedo se perfino loro conoscano i meccanismi di attivazione degli annunci e i dati ai quali attingono.

Campagne discovery, stile Facebook, feed da spulciare e creato ad hoc per ogni consumatore
sullo storico di ricerche effettuate, affinità ed interessi.

E sicuramente, ciliegina sulla torta, Campagne intelligenti. Imposti un audience e un annuncio, fatta, tutto lì.

No KEYWORDS! 

E con abbastanza dati, funzionano davvero bene. Super Smart!

Quindi? Ti starai sicuramente chiedendo “…e adesso che faccio?”
Tranquillo, non c’è bisogno di correre a cancellare subito anni di lavoro, non è necessario. 

Quello che è realmente necessario è iniziare a focalizzarsi sulle Audience.
Studia il tuo utente target, scopri le fasce d’età che mostrano più interesse,
le loro abitudini, come reagiscono alla comunicazione che hai messo in piedi. 

Come inserzionisti, a mio avviso, dovremmo fare un passo indietro,
rispettando l’ideologia di marketing del passato: persona giusta, messaggio giusto, momento giusto.

Quando avverrà definitivamente tutto ciò?
Purtroppo non abbiamo delle deadlines già ben definite, ma la strada intrapresa sembra portare in un Google World,
fatto sempre meno di keywords e maggiormente di persone.

Richiedi la tua consulenza ora!

Non esitate a contattarci utilizzando le seguenti informazioni.

    Tipologia richiesta

    Budget Investimento